Cosa causa la malattia venosa cronica?

La malattia venosa cronica agli arti inferiori è una condizione generata principalmente da problemi del sistema venoso che impediscono di svolgere correttamente la sua funzione, provocando un ristagno di sangue nelle gambe. Non si conosce ancora una singola causa del problema, tuttavia sono diversi i fattori di rischio e le patologie preesistenti che possono causare o quantomeno predisporre alla patologia.

Le cause e i fattori di rischio della malattia venosa cronica agli arti inferiori

  1. Patologie delle vene: difetti dalla nascita o acquisiti alle valvole, precedenti trombi o tromboflebiti oppure episodi di trombosi venosa profonda in seguito a periodi prolungati a letto oppure dopo interventi chirurgici.
  2. Precedenti incidenti e traumi alle gambe.
  3. Presenza in famiglia di persone con la stessa malattia.
  4. Età avanzata: negli anziani le pulsazioni del cuore sono meno efficienti e quindi il sangue defluisce dalle gambe con più difficoltà.
  5. Sovrappeso e sedentarietà: chi pesa troppo tende a muoversi poco, e così il sangue viene pompato molto più lentamente causando un ristagno di sangue.
  6. Ipertensione: la pressione sanguigna eccessiva nelle vene degli arti inferiori tende a indebolirle.
  7. Sesso femminile: le donne sono a maggior rischio, soprattutto in alcuni momenti della vita come la menopausa. Inoltre, l'uso precoce della pillola anticoncezionale o l'assunzione della terapia ormonale sostitutiva possono favorire la condizione.
  8. Gravidanze, specie se numerose e accompagnate da forti incrementi di peso.
  9. Alimentazione scorretta.
  10. Lavori che richiedono di stare in piedi a lungo e attività sportive che comportano sollevamento di pesi.
  11. Difetti del piede e della postura.
  12. Stitichezza cronica.
  13. Esposizione prolungata al caldo, che causa dilatazione dei vasi sanguigni.

Partiamo dalla prevenzione

Ricordiamoci che molti di questi fattori di rischio sono modificabili: sono infatti legati al nostro stile di vita. Cambiando le nostre abitudini possiamo prevenire la malattia venosa, ma anche ridurne i sintomi e rallentarne l'evoluzione.