I gradi delle emorroidi: la classificazione

Le emorroidi sono cuscinetti ricchi di vasi sanguigni situati all’interno del canale anale. Hanno una doppia funzione: garantiscono la vascolarizzazione e aumentano la continenza assicurando la chiusura ermetica dell'ano. Possono spesso andare incontro a infiammazione caratterizzata da un'eccessiva dilatazione dei vasi contenuti e da un rallentato deflusso sanguigno: è la cosiddetta malattia emorroidaria.

I gradi delle emorroidi

Ormai da tempo c'è un accordo unanime sulla classificazione delle emorroidi in quattro gradi, che indicano il livello di gravità della patologia e dei sintomi correlati:

Primo grado

Caratterizzate da infiammazione e lieve congestione emorroidaria interna (senza prolasso esterno).
Possono essere presenti manifestazioni quali dolore, sanguinamento ecc.

Caratterizzate da infiammazione e moderato aumento della congestione emorroidaria e presenza di prolasso esterno (fuoriuscita di emorroidi) sotto sforzo, in genere durante la defecazione. Il prolasso rientra spontaneamente al termine dello sforzo.
Possono essere presenti manifestazioni quali dolore, sanguinamento ecc.

Caratterizzate da infiammazione e importante congestione emorroidaria, con prolasso esterno sotto sforzo (come nel grado 2). Il prolasso rientra solo aiutandosi con una manovra manuale.
Possono essere presenti manifestazioni quali dolore, sanguinamento, ecc.

Caratterizzate da infiammazione e importante congestione emorroidaria, con prolasso sempre presente. Il prolasso è irriducibile anche con la manovra manuale.
Possono essere presenti manifestazioni quali dolore, sanguinamento ecc.