Prevenire le emorroidi

Si possono prevenire le emorroidi? Sì, seguendo alcuni accorgimenti alimentari per evitare la stitichezza, il principale fattore scatenante delle emorroidi. Aumentare l’introito di fibre è la regola di base. Non solo: bevi molta acqua, così da ammorbidire le feci, e magari utilizza integratori a base di fibre capaci di migliorarne la consistenza. La stitichezza è anche connessa a scarso movimento: non a caso negli anziani la stipsi è frequente. Non dimenticarti, quindi, di praticare una regolare attività fisica. Dedica il tempo necessario all’evacuazione: la fretta non aiuta la motilità intestinale.

Rendering di pallone rosa dentro scatola di cartone | Daflon® 500
Donna seduta sulla tazza del water | Daflon® 500

Come puoi riconoscere la stitichezza?

In linea generale si parla di stipsi quando sono presenti alcune o tutte queste condizioni:

  • le evacuazioni avvengono meno di una volta ogni tre giorni
  • le evacuazioni avvengono con difficoltà e sforzo
  • al termine delle evacuazioni avverti sensazione di incompleto svuotamento
  • le feci sono dure
  • prima di evacuare avverti senso di ostruzione o blocco anale
  • fai frequente ricorso a manovre manuali, clisteri, supposte o lassativi

Diario con penna poggiata sopra | Daflon® 500

Tieni un diario delle evacuazioni

Il primo passo per trattare un disturbo è esserne consapevole. Per questo, se sperimenti alcuni di questi sintomi, può essere utile tenere un diario delle evacuazioni. In quello che ti forniamo puoi indicare, per un mese, il numero di evacuazioni giornaliere e le loro caratteristiche: ti sarà utile a comprendere la necessità di migliorare la tua dieta e il tuo stile di vita. Un intestino regolare, oltre a prevenire disturbi come le emorroidi, è infatti il primo passo verso la salute dell’intero organismo.

Scarica il diario delle evacuazioni (PDF)

Mano che scrive su quaderno | Daflon® 500

Istruzioni per compilare il diario delle evacuazioni

Crea una prima colonna a sinistra dove indicare i giorni del mese. Per ciascun giorno puoi annotare sino a 4 evacuazioni. Per ogni evacuazione, indica:

  • Ora dell’evacuazione. Quando l’intestino è regolare le evacuazioni avvengono attorno allo stesso orario
  • Quantità emessa. In caso di stitichezza le feci saranno infatti scarse
  • Consistenza. Le feci di consistenza ottimale sono morbide, formate e di facile espulsione
  • Sforzo evacuativo. Se la fuoriuscita richiede molto tempo, sforzo e causa fastidio sei probabilmente in presenza di stitichezza
  • Senso di ostruzione o blocco. Un sintomo tipico della stitichezza
  • Senso di evacuazione incompleta. La percezione di non essersi svuotati completamente, tipica della stipsi
  • Ricorso a manovre, clisteri, supposte. Se per evacuare hai dovuto fare ricorso a questo tipo di espedienti, probabilmente soffri di stitichezza
  • Ricorso a lassativi. Se frequente, è indice di uno stato di stitichezza